Google+ Followers

martedì 5 marzo 2013

IMPARARE A CONOSCERE L'INCI DEI COSMETICI

Oggi voglio parlarvi dell'INCI dei cosmetici. Molte persone non sono in grado di leggere o non hanno mai fatto attenzione all'inci dei prodotti cosmetici che acquistano, spalmandosi così sulla pelle prodotti pieni di schifezze che con l'andare del tempo rovinano e creano problemi alla pelle.




L'INCI è l'internationl nomenclature of cosmetic ingredients e serve ad identificare gli ingredienti che compongono il prodotto. L'ordine degli ingredienti non è casuale ma va da quello contenuto in maggiore quantità a quello in minore quantità. Altra cosa importante da sapere è che se il nome dell'ingrediente viene inserito in lingua latina allora vuol dire che è presente nel prodotto puro senza alcune modifiche. Solitamente i nomi latini sono riferiti a ingredienti botanici, quindi ad esempio gli oli. Per gli ingredienti che hanno subito sintesi chimica vengono utilizzati nomi inglesi o codici numerici. tensioattivi di derivazione petrolchimica, come il Sodium laureth sulfate. il Sodium lauryl sulfate, e l'Ammoniun lauryl sulfate, presenti nei comuni detergenti reperibili nei supermercati, saranno sostituiti da tensioattivi di origine naturale o vegetale, come Coco glucosideDecyl glucoside e Sodium lauroyl glutamate. Negli shampoo, bagnoschiuma e detergenti rispettosi dell'ambiente sono assenti siliconi come il dimethicone e ingredienti come la paraffina(paraffinum liquidum).

Gli ingredienti da evitare sono quindi:

1) Tensioattivi derivati dalla raffinazione del petrolio (Sodium laureth sulfate, Sodium lauryl sulfate, Ammoniun lauryl sulfate e altri).
2) Altri ingredienti derivati dal petrolio come Paraffinum Liquidum, PEG e PPG, Mineral Oil, Petrolatum, spesso purtroppo presenti anche nei prodotti destinati a bambini e neonati e nelle creme idratanti per il viso e per il corpo vendute nei comuni supermercati e nelle profumerie, ma attenzione anche ai prodotti acquistati in farmacia o in erboristeria. Dietro scritte e illustrazioni verdi possono nascondersi ingredienti indesiderati.
3) Ingredienti altamente inquinanti come EDTA, MEA, TEA, MIPA.
4) Ingredienti altamente allergizzanti o considerati come potenziali cessori di formaldeide, tra i quali troviamo: Triclosan e Imidazolidinyl urea, DMDM Hydantoin, Methylisothiazolinone e Methylchloroisothiazolinone, utilizzati come conservanti.
5) Siliconi come Poliquaternium-80, Dimethicone e Amodimethicone, inquinanti e capaci di creare una pellicola sulla pelle e sui capelli, per renderli apparentemente sani, ma per nulla nutriti.